Non e’ la ‘Dolce Vita’

Madonna nella pubblicita' di Dolce & Gabbana: Credit Dolce & Gabbana

La vita della Super-mamma italiana non è la ‘Dolce Vita’

Come dimostrano articoli recenti, le tradizioni, le buone maniere, la disciplina e le abitudini dei genitori possono variare notevolmente da un Paese all’altro, ma la mamma italiana ha una vita più difficile di quelle americane o francesi.

Un’affascinante ricerca condotta dalla prestigiosa università Bocconi di Milano intitolata “Mamme che lavorano: Economia, Fisco e Diritti” (Alessandra Casarico, Paola Profeta, Lidia Ceriani) ha rivelato dati deprimenti per le mamme italiane. Le autrici hanno scoperto che gran parte dei lavori di casa viene svolto dalle donne e che queste lavorano 80 minuti al giorno in più rispetto agli uomini, sia in casa che fuori. In Spagna la differenza è di 54 minuti e negli Stati Uniti e Norvegia non c’è alcuna differenza. L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) ha capovolto quel dato, indicando che gli uomini italiani  hanno 80 minuti in più al giorno di tempo libero. Potrebbe essere perché non cucinano, non puliscono, non lavano e non stirano?

Lo studio della Bocconi ha mostrato anche che l’81,4% degli italiani crede che i figli soffrano se le loro mamme lavorano. Ho sperimentato di persona questa preoccupazione. Gli italiani restano spesso sbalorditi a sentire che ho tre figli e un lavoro piuttosto impegnativo con Associated Press Television a Roma.

Non sorprende che, secondo un rapporto dell’OCSE, il 27% delle donne italiane lasci il lavoro dopo aver avuto un figlio. Ho scoperto che anche quando conservano il posto, le mamme italiane sono pronte a mollare tutto per il minimo problema del bambino. Conosco una madre che ha avuto un permesso di due settimane dal liceo in cui insegna quando ha scoperto che suo figlio aveva i pidocchi.

La cosa interessante è che l’Italia ha una delle natalità più basse del mondo. Secondo l’ISTAT, la percentuale del 2011 è di 1,42 figli per donna. Forse dipende dal fatto che le donne italiane sanno bene quanto sia difficile essere una super-mamma italiana.

Nel 2011, il Forum Economico Mondiale ha pubblicato il suo rapporto sul Divario di Genere, stilando una classifica di come le donne vengono trattate nei diversi Paesi. Lo studio ha preso in considerazione diversi fattori, inclusa la partecipazione economica e le opportunità, il grado di istruzione, la salute, la longevità e l’empowerment politico. In una classifica di 135 Paesi, l’Italia è al 74mo posto. Al paragone, gli Stati Uniti sono al 17mo e la Francia al 48mo. Al primo posto c’è l’Islanda.

Per le mamme italiane, la vita non è né ‘dolce’, né una ‘vacanza romana’!

Ho scoperto di non avere il tempo, l’energia e la pazienza per soddisfare gli standard di una super-mamma italiana. Molte delle mie amiche perseguono questo compito con determinazione, entusiasmo e creatività. Riescono a essere eleganti e sofisticate mentre rischiano l’esaurimento per rendere la vita più facile ai loro mariti e ai loro figli in una società che non le aiuta.

Non sono una grande cuoca, odio fare il bucato, e purtroppo per me, non assomiglio a Sophia Loren, ma credo che per i miei figli questo sia un bene. E non mi vedrete mai trascinare il bucato di Nico da una città all’altra, imparerà a farlo da solo.

Post in: English

Trisha Thomas
Trisha is a TV journalist working for AP TV News in Rome. She is married to an Italian and is a Mamma of three.

Leave a Reply